Accademia del Tartufo
Stampa
PDF

Piante che producono i tartufi

In natura le piante che producono i tartufi e che vengono consigliate per l’impianto delle tartufaie coltivate sono:

  • Roverella (Quercus pubescens Willd.) - E’ capace di produrre tutte le specie di tartufo di cui è consentita la raccolta e la commercializzazione in Italia. Viene consigliata per l’impianto delle tartufaie di Tuber melanosporum e T. aestivum.
  • Farnia (Quercus robur L.) - Può produrre tutte le specie di tartufo. Si consiglia per la coltivazione del tartufo bianco pregiato.
  • Cerro (Quercus cerris L.) - Può contrarre la simbiosi con tutte le specie di tartufo. Si utilizza nell’impianto delle tartufaie di tartufo estivo nella sua forma tipica e uncinatum a quote elevate in sostituzione della roverella.
  • Leccio (Quercus ilex L.) - E' un ottimo simbionte per i tartufi neri. In Francia e in Spagna la maggior parte delle tartufaie coltivate di tartufo nero pregiato sono realizzate con il leccio. Si consiglia per la coltivazione di Tuber melanosporum e T.aestivum.
  • Nocciolo (Corylus avellana L.) - Buon simbionte per tutte le specie di tartufo. Largamente utilizzato in passato per la coltivazione dei tartufi neri, oggi si tende a sostituirlo con specie della fam. Fagaceae. Si consiglia per l’impianto delle tartufaie diTuber brumale.
  • Carpino nero (Ostrya carpinifolia Scop.) - Buon simbionte di tutte le specie di tartufo; al pari del nocciolo oggi si tende a sostituirlo con altri simbionti.
  • Carpino bianco(Carpinus betulus L.) - Pur potendo vivere in simbiosi con tutte le specie di tartufo, per le sue esigenze ecologiche è una specie impiegata e consigliata per l’impianto delle tartufaie di Tuber macrosporum e T.magnatum.
  • Carpino orientale o carpinello (Carpinus orientalis Miller) - Allo stato naturale produce i tartufi neri; raramente è stato impiegato nelle tartufaie coltivate.
  • Pioppo bianco (Populus alba L.) - Ottimo simbionte di Tuber magnatum. E’ presente nella maggior parte delle tartufaie naturali di tartufo bianco dell’Italia centrale e viene consigliato per l’impianto delle tartufaie di Tuber magnatum.
  • Pioppo nero (Populus nigra L.) - Ottimo simbionte e consigliato per la coltivazione diTuber magnatum.
  • Salice bianco (Salix alba L.), Salicone (Salix caprea L.), Salice rosso (Salix purpurea L.) - Simbionti di Tuber magnatum, consigliati per l’impianto delle tartufaie di tartufo bianco.
  • Faggio (Fagus sylvatica L.) - Nella maggior parte delle faggete naturali dell’Italia centrale si raccoglie Tuber mesentericum, T.aestivum e T.aestivum f. uncinatum. Raramente è stato utilizzato in tartuficoltura.
  • Pino domestico (Pinus pinea L.), Pinod’Aleppo (Pinus halepensis L.) - Ottimi simbionti per Tuber borchii. In coltivazione hanno fornito buone produzioni di Tuber aestivum. Si consigliano per la coltivazione di Tuber borchii e, in consociazione con le latifoglie per la coltivazione del tartufo estivo.
  • Tiglio (Tilia plathyphyllos Scop)  - Ottimo simbionte per Tuber magnatum; può contrarre la simbiosi con tutte le specie di tartufo. Si consiglia per la coltivazione del tartufo bianco
  • Cisto rosso (Cistus creticus) - In natura può vivere in simbiosi con Tuber aestivum e T. melanosporum; in coltivazione non ha fornito i risultati sperati.